{bk-param:ecomm-logo}
Benvenuto {bk-param:login-name} - il mio profilo
Disconnettiti

Farmacia Dr. Guerreschi Luigi

Tutti i consigli

I CONSIGLI DEL FARMACISTA


PREVENZIONE STIPSI

Nutraceutica e benessere N° 6

Pubblicato il: 21/04/2015

Circa un secolo fa la stipsi era quasi sconosciuta; ha iniziato a presentarsi parallelamente allo sviluppo tecnologico e alle conseguenti modifiche dello “stile di vita”. Rispetto a cento anni fa gli zuccheri nella dieta sono aumentati di dieci volte, le proteine di otto e i grassi di sette, mentre la fibra si è ridotta di cinque volte. La fibra è una componente dei vegetali; non viene assimilata ma esplica due azioni: reagisce con i germi (batteri non nocivi) che vivono nell’intestino producendo sostanze considerate “lassativi vegetali” e si imbibisce di acqua provocando un aumento della fluidità e del volume delle feci. Quando la stitichezza è accompagnata da altri sintomi (dolori addominali, perdite di sangue, dimagrimento, febbre, ecc.) è opportuno rivolgersi al medico. Quando diventa cronica e non è dovuta a patologie particolari, essa può causare o aggravare emorroidi, ragadi anali, colite spastica, diverticolosi, ecc. La prevenzione della stitichezza si attua facendo movimento, ginnastica mirata a contrarre e rilassare i muscoli addominali e aumentando la quantità di fibre presenti nella dieta. L’attività fisica deve essere quotidiana, frequente e di media intensità: è utile ad esempio camminare un’ora a passo svelto o correre per trenta minuti. Può aiutare eseguire questo semplice esercizio: in piedi si rilassano e si contraggano gli addominali massaggiando in profondità a pugno chiuso la pancia in senso orario. La dose giornaliera raccomandata di fibre si aggira sui 30 grammi mentre il consumo medio reale è di 15 grammi. Distinguiamo le fibre tra solubili e insolubili in acqua. Dal punto di vista nutraceutico è importante conoscere sia la percentuale di fibre negli alimenti, sia se esse sono solubili o insolubili, per adottare un’alimentazione funzionale al proprio organismo. Le fibre solubili in acqua aiutano a controllare la glicemia e riducono l’assorbimento del colesterolo nell’intestino. Al mattino fa bene lo yogurt, specie se probiotico. È utile bere circa 1,5/2 litri di acqua al giorno.
Nutraceutici per prevenire la stipsi sono: sciroppo di carciofo e rabarbaro, marmellata e succo di prugne, buste di kiwi, miscela di tre oli (mandorle, vaselina, oliva), succo di carota e alimenti ricchi in crusca; plantago, malva, mannite, tisana di boldo e malva, semi di lino, sciroppo di fichi e manna ecc.

In collaborazione con il dott.Enrico Ovaleo-Pandolfo