{bk-param:ecomm-logo}
Benvenuto {bk-param:login-name} - il mio profilo
Disconnettiti

Farmacia Dr. Guerreschi Luigi

Tutti i consigli

I CONSIGLI DEL FARMACISTA


CALDO E ALIMENTAZIONE

Nutraceutica & Benessere N°28

Pubblicato il: 05/06/2015

Durante l’estate, quando il caldo si fa sentire, è fondamentale alimentarsi in modo appropriato e corretto per conservare un buono stato di salute
1.  Innanzitutto è indispensabile introdurre molti liquidi, in particolare acqua naturale (meglio prediligere quelle con una elevata concentrazione di magnesio), per contrastare la perdita di acqua e di sali minerali dovuta all’abbondante sudorazione, evitando bibite gasate o molto zuccherate ed evitando bevande molto fredde. Attenzione alle persone anziane, che sentendo meno lo stimolo della sete, rischiano più facilmente la disidratazione; inoltre la mancanza di una congrua assunzione di liquidi porta a una maggiore viscosità del sangue con conseguente aumento delle resistenze e fatica per il cuore;
2. Occorre limitare i cibi che necessitano una digestione lunga e laboriosa, dato che con il caldo anche i processi digestivi sono meno efficienti: grassi, fritti, carni e insaccati, formaggi stagionati, condimenti troppo elaborati;
3. E’ consigliato condire la pasta e il riso con pomodoro fresco o comunque verdure con un cucchiaino di olio extravergine di oliva;
4. Limitare alcolici, che aumentano la sudorazione e la sensazione di calore, e il caffè. Limitare alimenti troppo zuccherini, poiché provocano un’innalzamento dell’insulina nel sangue, responsabile di un repentino abbassamento della glicemia con conseguente sensazione di spossatezza;
5. Dare la preferenza al pesce (non fritto) per l’alta digeribilità e il minor apporto calorico;
6. Consumare in gran quantità frutta e verdura, che contengono molti liquidi e sono ricchissimi di sali minerali e di vitamine; sono consigliati quelli di gusto amarognolo (cicoria, radicchio, rucola, agrumi) poiché rinfrescanti;
7. Un alleato anticaldo in cucina è il peperoncino: mangiare peperoncino in estate favorisce la traspirazione grazie alla sua azione vasodilatatoria, facendo così diminuire la temperatura corporea. Pare abbia anche una leggera azione antibiotica: contrastando la crescita batterica, che è più intensa nei climi caldi, permette una migliore conservazione dei cibi. Ha un’azione disinfettante anche a livello gastrointestinale, agendo come antifermentativo e antiputrefattivo, e favorisce la digestione per un’incremento dell’afflusso sanguigno a livello dell’apparato digerente;
8. Inoltre occorre sempre ricordare che con il clima caldo aumentano i rischi di contaminazione degli alimenti da parte di microrganismi patogeni, per cui sarebbe consigliato non consumare pesci e frutti di mare crudi o poco cotti e dolci con panne e/o creme;

Nutraceutici che possono aiutare nel periodo caldo: integratori salini a base di potassio e magnesio, salvia in compresse (limita la sudorazione eccessiva), infusi di karkadè (la bevanda è rinfrescante e dissetante, dal sapore acidulo e non contiene sostanze eccitanti, ha un alto contenuto di antiossidanti e di tannini e possiede leggere proprietà diuretiche, digestive e vasoprotettive), menta e tè alla menta fresca; utili anche gli integratori a base di vasoprotettori (mirtillo, ricco di antocianosidi, vite rossa, ricca di flavonoidi), succo di mirtillo concentrato (mezzo bicchiere tutte le mattine prima di fare colazione), che favoriscono il rafforzamento delle pareti delle vene, offrendo un aiuto per migliorare il trofismo del microcircolo e dando quindi sollievo in caso di gonfiore alle gambe, senso di spossatezza e di indolenzimento